disclaimer

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Il gioco può causare dipendenza.

logo-aams

Milan-Roma: fuori i secondi!

|

Tutti in casa Milan si aspettavano di più, a partire dalla società, che non ha lesinato investimenti e che dopo la sconfitta di Genova contro la Sampdoria ha mandato messaggio precisi e inequivocabili al gruppo. E la prestazione contro il Rijeka non ha certamente contribuito a rasserenare gli animi. Dall'altra parte a Roma, invece, forse non ci si aspettava di partire così bene, perché la squadra non sembra aver accusato il passaggio di timone tra Spalletti e Di Francesco. L'unica sconfitta contro l'Inter sembra più frutto della casualità che di una mancanza di personalità. Non si può dire altrettanto dei rossoneri...

Casa dolce casa

È pur vero, però, che la squadra di Montella in campionato ha perso due partite delicate, ma entrambe lontano da San Siro: prima all'Olimpico contro la Lazio, poi a Marassi contro la Sampdoria. Quello che è sembrato mancare a Bonucci e compagni è stata la capacità di reagire alle prime difficoltà. Un difetto caratteriale che il tecnico dovrà correggere, se gli obiettivi resteranno quelli di alto lignaggio scolpiti dalla società. A San Siro, dicevamo, il Milan finora ha fatto benissimo (tre partite e tre vittorie) anche se il calendario non è stato particolarmente avverso (Cagliari, Udinese e Spal). In trasferta, invece, resta la vittoria contro il Crotone, l'unico risultato positivo lontano da San Siro, almeno in campionato.

Eusebio santo subito

La Roma, come detto, sta andando oltre le più rosee aspettative: dopo aver vinto la prima su un campo difficile come quello di Bergamo (un po' in apnea in verità), i giallorossi sono incappati nella sfortunatissima e altrettanto discussa sconfitta interna contro l'Inter (tre pali e qualche recriminazione arbitrale). In molti si aspettavano un crollo, invece la reazione è stata quella della grande squadra: tre vittorie consecutive nelle ultime tre e messi a tacere gli scettici. Vero, anche in questo caso gli avversari non erano proibitivi (Verona, Benevento, Udinese), ma vincere in Serie A non è mai facile. In più, i giallorossi hanno retto anche all'urto della Champions, pareggiando in casa contro l'Atletico Madrid e vincendo in trasferta contro il Qaarabag. Detto questo, è chiaro che per gli uomini di Di Francesco quella di San Siro è una sorta di prova di maturità.

Fate il vostro gioco

A giudicare dalle quote, la fiducia nella Roma sta crescendo anche nei bookmakers: un'eventuale vittoria dei giallorossi, infatti, è data a 2.60 da Eurobet (mentre l'X è a 3.45). Pur giocando in casa la quota del Milan (seppur di poco) è addirittura superiore rispetto a quella della Roma ( 2.65 sempre su Eurobet). Di certo, almeno stando alle quote, non mancheranno i gol: Bet365 offre l'Over 2,5 a 1.70 e l'Under a 2.10. Sempre per Bet365, poi, segneranno entrambe le squadre, visto che l'ipotesi Gol vale 1.57 volte la posta, mentre il No Gol si alza a 2.25. Chi giocherà in attacco per il Milan? L'informazione è fondamentale se si vuole provare ad azzeccare il marcatore: il favorito di William Hill tra le file rossonere è Kalinic ( 2.30 la quota per un suo gol nei 90') ma in lizza ci sono anche André Silva e Cutrone (entrambi a 2.45). Nella Roma, neanche a dirlo, Dzeko è in fuga: scommettere su un gol del bosniaco pagherebbe "soltanto" 1.90 volte la posta. Più suggestiva e remunerativa l'ipotesi del gol dell'ex Stephan El Shaarawy: se dopo la doppietta all'Udinese il Faraone dovesse bucare anche Donnarumma, il fortunato scommettitore si porterebbe a casa 2.90 volte la giocata.

BOOKMAKER, QUALE SCEGLIERE?