disclaimer

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Il gioco può causare dipendenza.

logo-aams

Lazio e Milan all’esame di maturità

|

Lazio e Milan sono due delle squadre che più hanno impressionato in questo inizio di stagione. In maniera positiva, ovviamente. In pochi, forse, si aspettavano un avvio così promettente per queste due compagini a loro modo entrambe stravolte dal mercato e che, invece, hanno dato la sensazione di essere già “pronte”.

Super Lazio

Non ci fosse stato il mezzo passo falso contro la Spal all’esordio (0-0 in casa), saremmo qui a parlare di una Lazio strabiliante. La vittoria in Supercoppa sembra aver dato ulteriore consapevolezza ad una squadra che, in ogni caso, dà sempre la sensazione di essere sul pezzo e saper sempre cosa fare. La corsa di Inzaghi ad abbracciare Murgia sotto la Curva dopo la rete decisiva contro la Juve prima, e lo slancio del mister che ha travolto Milinkovic-Savic al momento del gol-vittoria al Bentegodi contro il Chievo all’ultimo respiro, poi, raccontano più di mille parole: a Formello, quest’anno, si respira profumo d’impresa.

Vecchio cuore rossonero

Tira più o meno la stessa aria anche dalle parti di Milanello: già, perché lo scoppiettante mercato della coppia Mirabelli-Fassone, unito ad un inizio di campionato decisamente convincente, ha restituito il sorriso alla tifoseria rossonera, che adesso è veramente tornata a sognare in grande. Le due vittorie contro Crotone e Cagliari, insieme ai preliminari di Europa League superati di slancio, hanno avuto la naturale conseguenza di alzare l’asticella e ora nessuno si pone più limiti. Montella adesso può contare su un parco giocatori di primissimo livello dal punto di vista qualitativo, ma anche lato caratteriale e di ledership (Bonucci docet). Insomma, ci sono tutte le condizioni per puntare in alto.

Sfida tra bomber

Inevitabile aspettarsi tante reti in una gara in cui i due allenatori sono ex bomber di razza e in campo, come attaccanti, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Signore e signori, fate il vostro gioco: Andrè Silva (in gol anche con la sua Nazionale), Cutrone (rivelazione di questo inizio di stagione rossonero e protagonista anche in Under 21), Suso, Borini e Kalinic da una parte, Immobile (decisivo contro Israele), Milinkovic-Savic, il neo arrivato Nani e Felipe Anderson (se giocheranno), dall’altra, sono solo alcuni dei potenziali protagonisti di una gara da Over 2,5, come confermano le quote dei bookmakers ( su Eurobet l’Over è a 1.7, l’Under invece è a 2.02). In questa direzione anche le opzioni Gol/No Gol offerte rispettivamente a 1.61/2.2 da Bet365.

Domina l’equilibrio

Decisamente meno nette le quote per quanto riguarda il risultato finale: la vittoria della Lazio vale 2.45 volte la posta su Betfair, che invece alza l'X a 3.4 (un'eventuale affermazione del Milan, invece, è data a 2.9). In queste condizioni, vista l'incertezza, ci si può cautelare valutando anche una doppia chance: su William Hill l'1X vale 1.4, l'X2 passa a 1.5, mentre l'12 scende a 1.25. Tornando invece alla questione gol e ai bomber in campo, per William Hill Immobile è il marcatore più probabile in assoluto: una sua rete è quotata 2.2. Tra i rossoneri, invece, il più atteso è Nikola Kalinic: un gol dell’ex centravanti della Fiorentina vale 2.5 volte la puntata, meno di Andre Silva e Cutrone (entrambi dati a 2.7).

BOOKMAKER, QUALE SCEGLIERE?