disclaimer

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Il gioco può causare dipendenza.

logo-aams

Barcellona-Juventus: il SuperClasico della Champions

|

"Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più?", potremmo introdurre in questo modo la prossima sfida tra Barcellona-Juve, due squadre che ultimamente si incontrano - o sarebbe meglio dire si scontrano - con una certa regolarità. Per non dire della lunga sfida Barcellona-Allegri, che ormai sembra avere un conto aperto con i catalani. Tuttavia, questo Barcellona-Juve sembra essere l'inizio di una nuova saga, perché tanto è cambiato dai tempi di Berlino e altrettanto anche rispetto alla scorsa stagione.

Un Barça che affonda

Il Barcellona non è più quello di qualche tempo fa, è una squadra ancora forte, ma non più extraterrestre come quella di Berlino che spazzò via la Juve in finale di Champions grazie a un trio, quello composto da Messi, Suarez e Neymar, che recentemente ha perso un pezzo. Questo, almeno, è quello che pensa la critica. La decisione di O’ Ney di lasciare la Catalogna ha dato una grande scossa a tutto l'ambiente, questo è certo, anche perché le difficoltà incontrate dai blaugrana per sostituirlo hanno tolto loro un po' di sicurezza. Dembelé ha ancora tutto da dimostrare mentre Paulinho a centrocampo avrà inevitabilmente bisogno di tempo per integrarsi. Intanto però in campionato il Barcellona continua a passeggiare, come dimostra il 5-0 rifilato all’Espanyol nel derby in programma nell’ultimo turno di Liga.

Una Juve ridimensionata

A livello di considerazione generale, la Juve sta vivendo più o meno la stessa situazione in Italia: è come se l'addio di Bonucci, per di più in direzione Milan, avesse dato maggior fiducia alle concorrenti, che ora vedono i bianconeri come un ostacolo non più così insormontabile. Sarà, ma proprio come il Barcellona in Spagna, anche la Juventus in questo inizio di Serie A ha lasciato le briciole agli avversari. Vero che per ora il calendario è stato magnanimo con i bianconeri, ma la trasferta di Genova l'anno scorso era rimasta decisamente indigesta per i ragazzi di Allegri. E l'inizio di Genoa-Juve di quest'anno avrebbe potuto stendere chiunque, invece... Col Chievo sabato è arrivata la conferma che anche la Juve 2 è in grado di lottare per lo Scudetto. Al di là della percezione generale, dunque, quella tra Barcellona e Juve è una sfida dal grande fascino e tra due grandissime squadre. Non può essere altrimenti quando in campo scendono calciatori del calibro di Messi, Suarez, Iniesta, Rakitic da una parte, Dybala, Higuain, Mandzukic e Pjanic dall'altra, tanto per citarne solo alcuni. C'è curiosità anche dal punto di vista tattico per come Allegri deciderà di sostituire Cuadrado squalificato.

Fuori i secondi

I bookmakers, però, vedono un'eventuale Juve corsara in quel del Camp Nou come un'ipotesi altamente improbabile: Betfair, infatti, quota il 2 risultato finale addirittura 5.00 volte la posta. L'X vale 3.75, mentre l'1 è dato solo a 1.75. Per gli scommettitori più fiduciosi nelle capacità di Dybala e compagni, segnaliamo la doppia Chance X2 di Bet365, che ha una quota davvero interessante ( 2.05). Ci si aspetta, in ogni caso, una gragnuola di gol, inevitabile vista la qualità dei rispettivi reparti offensivi: l'Over 2.5 è a 1.70 su Eurobet, che alza a 1.95 l'Under 2.5. La Juve dovrebbe comunque riuscire a timbrare il cartellino al Camp Nou, visto che per Bet365 l'ipotesi Segnano Entrambe le Squadre è quella più probabile ( 1.70 contro 2.05 del No Gol). Abbinando Gol+Under 2,5, invece, su William Hill si vince 2.10 volte la giocata.

BOOKMAKER, QUALE SCEGLIERE?