disclaimer

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Il gioco può causare dipendenza.

logo-aams
Bet365
Ottieni il bonus!
Eurobet
 210€  OFFERTI!
Betfair
 120€  OFFERTI!
William Hill ti offre un bonus di 250€   ISCRIVITI!

Pronostici Sei Nazioni

È l’appuntamento imperdibile dell’Europa del rugby, il barometro finale delle nazioni del Nord, le quali intrattengono tra loro rivalità del tutto particolari. Vincitore dell’edizione 2017 con un Grande Slam in premio, il XV della Rosa andrà a caccia del tris di cui è partito alla conquista dalla stagione 2000/2001. Gli inglesi troveranno sul loro cammino una squadra irlandese straordinaria, ma sopratutto di una Scozia che si presenta come la vera oursider dell'evento. Scopri tutto quello che c'è da sapere sul torneo 6 nazioni 2018 e non lasciarti sfuggire tutti i nostri pronostici sulla competizione!


Torneo del 6 Nazioni: Presentazione

Competizione imperdibile della stagione rugbistica, il torneo RBS delle Sei Nazioni fa scendere in campo ogni anno le migliori nazionali del mondo ovale europeo. Dal 2000, l'Inghilterra, l'Irlanda, il Galles, la Scozia, l'Italia e la Francia si contendono il titolo di campioni d'Europa e tentano di imporre il loro dominio sul continente. Vincitore dell'ultima edizione, il XV della Rosa inglese è il gruppo più titolato con 38 successi, davanti al Galles (37) e alla Francia (27). Si tratta di una delle manifestazioni più intense da seguire per scommettere sul rigby!

Sei nazioni: le squadre favorite

In un torneo che si annuncia meno combattuto rispetto alle edizioni precedenti, vista la scarsa condizione di forma dei gallesi e la serie negativa di sconfitte dei francesi incassata prima della competizione, sarà meglio orientarsi verso un duello Inghilterra-Irlanda per il titolo finale. Chi vincerà il prossimo Sei Nazioni? 

Inghilterra, comel'anno scorso?

Campioni la passata stagione, proprio come nel 2016, dopo un torneo favoloso con quattro vittorie in cinque incontri, l'Inghilterra ha dimostrato di essere LA squadra da battere, favoritissima anche quest'anno per il successo finale. Tantissimi i giocatori di talento a disposizione di mister Eddie Jones: Jonny May, Anthony Watson, Jack Nowell, Owen Farrel e George Ford hanno tutte le chance di trascinare i compagni verso la terza vittoria consecutiva del Sei Nazioni. Imbattutti nelle ultime sei gare disputate, gli uomini del XV della Rosa sono gli osservati n°1 per la conquista del titolo, a 2.00 su Bet365.

Irlanda, unico intoppo degli inglesi?

Dietro gli inglesi, saranno sicuramente i cugini irlandesi a seminare il panico al prossimo Sei Nazioni. La squadra di Schmidt sarà l'indiziata principale per cercare di spodestare gli inglesi dal trono, soprattutto perché furono gli irlandesi gli unici in grado di battere l'Inghilterra nella scorsa edizione (13-9). Nella missione di riconquistare il trofeo che manca dal 2015, campioni del calibro di Jacob Stockdale, Keith Earls, Jonathan Sexton potranno fare la differenza, soprattutto se aiutati dall'esperienza di Holland, Bowe e Kearney. La vittoria del Trifoglio è data a 2.65 su Eurobet.

Scozia, outsider n°1

Oltre all'Inghilterra e all'Irlanda, la selezione scozzese sarà la terza squadra più attesa per questo Sei Nazioni 2018. Dopo aver concluso l'ultima edizione al quarto posto, la Scozia ha mostrato un'impressionante regolarità nei risultati ottenuti, proprio come i cugini anglofoni. Impressionanti le vittorie nel doppio confronto con l'Australia (19-24 e 53-24 i risultati finali). La freschezza di alcuni giovani giocatori combinata alla maturità raggiunta da Seymour, Russel, Bennett, Hardie e Weir potrebbe regalare un exploit inaspettato. Una vittoria del XV del Chardon è a 10.00 su Bet365.

Sarà difficilissima per la Francia

Oltre al Galles (il cui successo finale è bancato 17.00 volte la posta da Bet365), il XV di Francia sarà probabilmente il più grosso interrogativo per il prossimo torneo del Sei Nazioni 2018. Incapaci di conquistare il trofeo dal lontano 2010 e solamente terzi nella passata edizione, i Bleus non stanno proprio passando il loro migliore momento nella storia del rugby e sarà difficile vedere un cambiamento già durante questo torneo. Il calendario non gioca molto a favore dei Galletti che dovranno affrontare l'Irlanda all'esordio prima e la Scozia nella seconda gara poi: difficile credere in un successo francese in queste due partite... Jacques Brunel dovrà cercare di ottenere il massimo da giocatori come Morgan Parra, Benjamin Fall, Teddy Thomas e Sébastien Vahaamahina per cercare di invertire la rotta negativa delle ultime partite: 0 vittorie negli ultimi sette incontri sono davvero un bottino sconsolante per affrontare un torneo importante come il Sei Nazioni. E d'altronde, anche i bookies credono poco nella risurrezione della Francia: un'improbabile vittoria è addirittura a 21.00 su Bet365!

Italia, cerca di evitare il cucchiaio di legno!

Anche quest'anno l'Italia partirà come la Cerentola di turno, anche se ultimamente si sono visti grandi progressi tra le fila azzurre. La nostra nazionale cercherà di giocarsela sempre fino in fondo, anche se l'esordio non sarà proprio dei più semplici: l'Inghilterra, infatti, sarà il primo avversario contro il quale bisognerà cercare di partire forte, almeno per portare entusiasmo nello spogliatoio. Mister O'Shea potrà ancora una volta su capitan Parisse che sarà affiancato da un bel mix di giovani promettenti e di giocatori più esperti. L'obiettivo (non dichiarato) azzurro sarà con ogni probabilità sempre quello di evitare il cucchiaio di legno: i bookies sono maligni e vedono l'Italia sempre sconfitta a quota 1.06... Noi, tuttavia, crediamo nel riscatto dell'Italia e confidiamo in exploit al Vélodrome contro la Francia. La scommessa più interessante su cui puntare per questo Sei Nazioni sarà il cucchiaio di legno alla Francia, alla pazza quota di 15.00 su Bet365!

6 Nazioni 2018 - Il calendario dell'Italia

  • Italia-Inghilterra, 4 febbraio, Stadio Olimpico
  • Irlanda-Italia, 10 febbraio, Aviva Stadium
  • Francia-Italia, 23 febbraio, Vélodrome
  • Galles-Italia, 11 marzo, Principality Stadium
  • Italia-Scozia, 17 marzo, Stadio Olimpico

Chi sarà il miglior marcatore di mete del 6 Nazioni 2018?

  • Jonny May (Inghilterra), 9.00
  • Anthony Watson (Inghilterra), 12.00
  • Steffan Evans (Galles), 12.00
  • Jacob Stockdale (Irlanda), 13.00
  • Keith Earls (Irlanda), 11.00
  • Virimi Vakatawa (Francia), 21.00

I consigli Sei Nazioni 2018 di Sportytrader

Sei un fan del rugby e hai voglia di scommettere sul torneo RBS del Sei Nazioni 2018? Ti invitiamo a iscriverti su Bet365 che propone le migliori quote per il torneo. Oltre alla qualità del suo sito e il bonus di 100€ offerti, questo sito di scommesse propone un'offerta rugby di qualità, soprattutto quando si parla di uno dei tornei più prestigiosi di rugby su scala mondiale. Se ancora non hai aperto un conto ma desideri iscriverti, consulta la nostra scheda Bet365 dove troverai un'analisi completa e dettagliata dell'operatore.


Le statistiche chiave del Torneo Sei Nazioni

In 18 edizioni (2000-2017), il Torneo Sei Nazioni è stato vinto cinque volte dalla Francia (2002, 2004, 2006, 2007, 2010), sei dall’Inghilterra (2000, 2001, 2003, 2011,2016, 2017), quattro dal Galles (2005, 2008, 2012, 2013) e tre volte dall'Irlanda (2009, 2014,2015).

Il Grande Slam (5 vittorie) è stato conquistato nove volte in diciassette anni, mentre il Cucchiaio di Legno (5 sconfitte) è stato assegnato ugualmente per nove volte.

Quando una squadra sembra uscire dal lotto nella prima giornata, raramente viene fermata e ha una buona possibilità di vincere cinque partite o almeno il torneo con quattro vittorie. Per contro, la squadra più in basso può cadere rapidamente in una spirale negativa e infilare una serie di sconfitte fino ad arrivare al Cucchiaio di Legno.

Scommettere bene sul Torneo Sei Nazioni

Il modo migliore per scommettere sul Sei Nazioni è quello di stimare il livello delle squadre in base ai loro risultati nei test match, di solito disputati nel sud del mondo a novembre. Le squadre in cui il XV titolare viene cambiato poco e che riescono a resistere alle nazioni del Sud durante questo tour di solito dominano il Sei Nazioni.

Inoltre, è molto importante guardare le partite dalla prima giornata per scommettere efficacemente sulle seguenti.

Infine, tenere presente che la dinamica è molto importante nel torneo. Tanto una squadra è imbattuta e tanto è sempre più difficile da battere.

Presentazione del Torneo

Il Torneo Sei Nazioni si gioca ogni anno da febbraio a metà marzo e riunisce le sei migliori nazioni europee (Francia, Inghilterra, Galles, Irlanda, Scozia, Italia).

Ogni nazione deve affrontare le altre una volta. Per una perfetta equità, tre paesi giocano tre volte davanti al loro pubblico un anno e vanno tre volte in trasferta l'anno successivo. Francia, Irlanda e Galles ospitano tre partite negli anni pari mentre l'Inghilterra, la Scozia e l'Italia hanno il privilegio di farlo negli anni dispari.

Dopo l'ammissione dell'Italia nel 2000, il Torneo Sei Nazioni è stato vinto cinque volte dalla Francia (2002, 2004, 2006, 2007, 2010), cinque dall’Inghilterra (2000, 2001, 2003, 2011,2016), quattro dal Galles (2005, 2008, 2012, 2013) e tre volte dall'Irlanda (2009, 2014,2015).

La vincitrice di ogni partita conquista due punti, un pareggio assegna un punto e una sconfitta non ne dà alcuno. Se due squadre finiscono a pari punti in classifica, si tiene conto della differenza punti generale.