disclaimer

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Il gioco può causare dipendenza.

logo-aams
Fino a 100€ di BONUS su bet365.it !   ISCRIVITI!

Pronostici ATP Montreal - I nostri pronostici scommesse ATP Montreal

Pronostico 1X2

17/12
03:30
Hammamet, Singles W-WITF-TUN-39A
Sara Cakarevic
1 N 2
Margot Yerolymos
17/12 03:30
Hammamet, Singles W-WITF-TUN-39A
Sara Cakarevic
Margot Yerolymos
1 N 2
17/12
03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Francesco Ferrari
1 N 2
Quentin Folliot
17/12 03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Francesco Ferrari
Quentin Folliot
1 N 2
17/12
03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Patrick Mayer
1 N 2
Iznaur Akhmaev
17/12 03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Patrick Mayer
Iznaur Akhmaev
1 N 2
17/12
03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Karl Friberg
1 N 2
Sam Taylor
17/12 03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Karl Friberg
Sam Taylor
1 N 2
17/12
03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Deivids Juksa
1 N 2
Shahbaaz Khan
17/12 03:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Deivids Juksa
Shahbaaz Khan
1 N 2
17/12
03:30
Tunisia F39, Singles
Goncalo Oliveira
1 N 2
Miljan Zekic
17/12 03:30
Tunisia F39, Singles
Goncalo Oliveira
Miljan Zekic
1 N 2
17/12
04:00
Pakistan F2, Singles
Ivan Nedelko
1 N 2
Enrique López-Pérez
17/12 04:00
Pakistan F2, Singles
Ivan Nedelko
Enrique López-Pérez
1 N 2
17/12
05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Robin Angles
1 N 2
Victor Ouvrard
17/12 05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Robin Angles
Victor Ouvrard
1 N 2
17/12
05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Mirko Cutuli
1 N 2
Yuri Khachatryan
17/12 05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Mirko Cutuli
Yuri Khachatryan
1 N 2
17/12
05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Juan David Ramirez
1 N 2
JAIMEE FLOYD ANGELE
17/12 05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Juan David Ramirez
JAIMEE FLOYD ANGELE
1 N 2
17/12
05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Mateusz Terczynski
1 N 2
Raphael Loukas
17/12 05:00
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Mateusz Terczynski
Raphael Loukas
1 N 2
17/12
05:00
Hammamet, Doubles W-WITF-TUN-39A
GIOVINE C / MARCHETTI G
1 N 2
Muntean V / Shinikova I
17/12 05:00
Hammamet, Doubles W-WITF-TUN-39A
GIOVINE C / MARCHETTI G
Muntean V / Shinikova I
1 N 2
17/12
06:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Maxence Beauge
1 N 2
Tim Van Rijthoven
17/12 06:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Maxence Beauge
Tim Van Rijthoven
1 N 2
17/12
06:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Mikalai Haliak
1 N 2
Thomas Colautti
17/12 06:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Mikalai Haliak
Thomas Colautti
1 N 2
17/12
06:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Guy DEN Heijer
1 N 2
Niklas Johansson
17/12 06:30
Qatar F6, Qualificazioni Singolare
Guy DEN Heijer
Niklas Johansson
1 N 2
Scopri i nostri pronostici per le principali partite del Masters 1000 di Montréal.

Masters Montréal: verso una sfida Federer – Nadal?

Digerito Wimbledon, i pezzi grossi del tennis si danno appuntamento nel grande freddo canadese. È a Montréal che avrà veramente inizio la seconda parte della stagione. Un Masters 1000 che si disputerà senza Djokovic, out per infortunio, ma con un Roger Federer in grande spolvero. Grande assente del torneo fin dall’edizione 2011, lo svizzero non ha mai vinto nella città francofona che accoglie la competizione. Amici scommettitori, ecco che cosa bisogna sapere prima di piazzare le vostre scommesse sul quinto MS1000 della stagione!

Djokovic assente, Roger presente!

Djokovic non parteciperà al viaggio in Canada e nemmeno alle prossime trasferte della stagione. Stanco di farsi battere dagli avversari, mai al meglio della condizione, il serbo ha deciso di mettere la parola fine a questa stagione. Une decisione presa con maturità, che ci fa volare col pensiero a quella presa da Federer la scorsa stagione, proprio nello stesso momento dell’anno. Lo svizzero, invece, parteciperà alla festa di Montréal. Vincitore del torneo a Toronto (le due città si alternano ogni anno) nel 2004 e nel 2006, il Re non è mai riuscito a sollevare il trofeo nella seconda più grande città del paese della foglia d’acero. La sua presenza aggiungerà del pepe alla competizione, ne siamo certi.

Federer, boss del circuito

Roger sta asfaltando la concorrenza da gennaio. Riposato, leggiadro, Federer ha approfittato della sua ottima forma per aggiungere due tornei del Grande Slam al suo palmarès, che ha raggiunto quota 19. Confermando la sua partecipazione al torneo di Montréal, lo svizzero testimonia una volontà di ritornare a essere il n° 1 del mondo. Assente durante la seconda parte della stagione 2016, sta riconquistato a suon di colpi tutti i punti necessari per scalare la classifica ATP. Con soli 1000 punti di vantaggio sul più grande giocatore di tutti i tempi, Murray sa bene che la sua permanenza sul trono ATP ha i minuti contati. Vincitore di 31 dei suoi 33 match disputati finora, King Roger è senza alcun dubbio il favorito del torneo canadese.

Anche Nadal per la conquista dello scettro

Ci apprestiamo a seguire un altro duello a distanza tra Federer e Nadal per la conquista del primato a livello mondiale. Come ai vecchi tempi, le due leggende attirano tutte le luci dei riflettori su di sé, lasciando solamente le briciole agli altri giocatori del circuito. Sottotono nel finale della scorsa stagione (assente nella Roger Cup, ottavo a Cincinnati e all’US Open, quarto a Pechino, solamente secondo turno a Shangai) prima di gettare la spugna per Parigi e per il Masters di Londra, anche Rafa ha solo da guadagnare in Canada. I punti sono 1000 per l’esattezza, proprio come Federer. Sapendo che Murray ha solamente 300 punti di vantaggio sullo spagnolo, è facile pensare che alla fine di questo Masters il maiorchino si farà largamente spazio in testa alla classifica ATP. Una semifinale, combinata a una prematura uscita di scena dello scozzese, sarebbe più che sufficiente.

Murray sotto pressione

Murray sembra essere imploso. Inarrestabile fino al 2016, lo scozzese adesso è davvero irriconoscibile. Spesso rigido e sotto pressione a causa del suo status di n°1, infortunato all’anca, Murray e la sua figura maestosa si stanno cancellando a poco a poco, lasciando a Roger e Rafa il privilegio di duellare a distanza per il posto di n°1 del mondo. Grande assente del torneo canadese nel 2016 per potersi preparare al meglio ai Giochi Olimpici, Andy, uscito a testa bassa da Wimbledon (battuto da Querrey), approfitterà di questa competizione per testarsi fisicamente. Triplo vincitore della Coppa Rogers (2009, 2010 e 2015), sogna di risorgere dalle sue ceneri proprio in Canada. Abbiamo tuttavia la sensazione che, in questo momento, tutti o quasi possano battere il numero 1. Triste.

Un posto per gli outsider?

L’assenza di Djokovic in concomitanza con la disfatta di Murray rimescolerà senza dubbio le carte in tavola. Se Federer e Nadal saranno difficili da fermare, le porte della qualificazione si apriranno probabilmente per quelli che eviteranno la parte del tabellone dei due campioni. Stiamo pensando soprattutto a Milos Raonic. Finalista davanti al suo pubblico nel 2013, il canadese non vorrà fare brutta figura. Punito da Federer ai quarti di Wimbledon, sarà sicuramente uno degli outsider da prendere in considerazione con maggior serietà.

Stan Wawrinkasarà l’altro osservato speciale. In una stagione a luci e ombre, lo svizzero potrebbe essere ancora in grado di dominare il torneo se si sentirà in palla. Autore di un inizio stagione un po’ sottotono, il n°4 al mondo spera di approfittare della concatenazione Montréal/Cincinnati per prepararsi al meglio agli US Open. Le sue chance di vittoria sono reali.

Finalista a Wimbledon Marin Cilic rappresenta un vero pericolo per gli avversari. Infastidito da una grossa vescica al piede sinistro, il croato non è riuscito a resistere agli attacchi di un Federer straordinario sull’erba. Resta il fatto che, prima di questa finale davvero frustrante, il n°6 del mondo aveva fatto vedere davvero un gran bel tennis. Ed è capace di ripetersi anche a Montréal.

Anche Thiem e Zverev cercheranno di far parlare di loro. Alla ricerca di una nuova dimensione, i due bombardieri sono i futuri promessi sposi per un posizionamento che conta nella classifica del circuito ATP. Stesso discorso per Nick Kyrgios. Capace di far crollare chiunque quando gioca con passione e fiducia nei suoi mezzi, il giovane australiano potrebbe animare improvvisamente il torneo. Di ritorno dall’infortunio, invece, Del Potro tenterà di ritagliarsi uno spazio nel torneo di Montréal. Senza troppe pressioni, l’argentino ha come obiettivo di ritrovare confidenza col suo fisico prima degli US Open, teatro dei suoi più grandi successi (titolo nel 2009). Tra gli altri outsiders, citiamo Dimitrov, Tsonga, Berdychn Isner, Nichikori e Monfils.

Toronto accoglie le donne

Anche le donne saranno in primo piano in Canada, ma sul versante di Toronto. Un torneo reso più aperto che mai vista l’assenza della regina Serena Williams, che sta per partorire il suo primogenito. Invitata dagli organizzatori, Maria Sharapova vorrà testare la sua condizione fisica, soprattutto dopo l’infortunio alla coscia che l’aveva tenuta lontana della stagione sull’erba. In qualità di numero 1 del mondo, Karolina Pliskova vorrà continuare a imporre il suo dominio. Halep, Muguruza, Kerber, Ostapenko, Mladenovic, Konta e certamente Venus Williams saranno le altre pretendenti al titolo. Un torneo entusiasmante!