888Sport
 100€  OFFERTI
William Hill
 215€  OFFERTI
SNAI
 305€  OFFERTI
215€ Bonus con William Hill   MAGGIORI INFORMAZIONI

Pronostici Masters Londra

Scopri la nostra analisi completa sul Master di tennis di Londra 2019 così come i migliori pronostici quotidiani.


Pronostici ATP Finals Londra 2019: chi finirà in cima alla classifica?

Siamo giunti alla fine di un'altra entusiasmante ed estenuante stagione tennistica con i giocatori che hanno viaggiato 11 mesi per 5 continenti e ora si giocano l'ultimo titolo della stagione individuale (perché per alcuni di loro ci sarà ancora la fase finale della nuova Coppa Davis, ndr), quello delle ATP Finals che per la penultima volta si disputeranno a Londra, sede della competizioni dall'ormai lontano 2009. Teatro di gara la O2 Arena e oltre al torneo è ancora aperta anche la corsa al primo posto della classifica mondiale.

Continuare

Come nelle edizioni precedenti, gli otto migliori tennisti dell'annata si sfideranno in una prima fase a gironi con quattro giocatori per gruppo e i migliori due accederanno alle semifinali incrociati contro i migliori due dell'altro raggruppamento. Finalmente, ci sarà anche un italiano tra questi otto: si tratta di Matteo Berrettini che nel Gruppo "Borg" se la vedrà con il serbo Novak Djokovic, lo svizzero Roger Federer e l'austriaco Dominic Thiem. Dall'altra parte, nel Gruppo "Agassi", invece, a contendersi i due posti in semifinale saranno lo spagnolo Rafael Nadal, il russo Daniil Medvedev, il greco Stefanos Tsitsipas e il tedesco Alexander Zverev. Come si può evincere, non ci sono giocatori extra-europei e questa è sicuramente una grossa novità. La 50esima edizione di quello che una volta era chiamato Master prenderà il via domenica 10 novembre e si concluderà domenica 17.

Continuare

Gruppo Agassi: Nadal deve difendere la prima posizione

Rafael Nadal

Rafael Nadal arriva a queste finali dopo essersi ripreso la prima posizione ma non in perfette condizioni. Al Masters 1000 di Parigi-Bercy, infatti, si è procurato uno stiramento agli addominali nel quarto di finale contro Jo-Wilfried Tsonga e non si è poi presentato in campo per la semifinale con il canadese Denis Shapovalov lasciando molte perplessità sul suo stato di forma. Un peccato perché Nadal aveva disputato l'ultima parte di annata con risultati eccezionali: vittorie a Montreal e US Open e buone chance per conquistare anche il titolo a Parigi. Il maiorchino è stato anche il primo a qualificarsi per le Finals: era il 10 luglio scorso.

Maggiori info

Nadal nel 2019:

  • 51 vittorie – 6 sconfitte
  • 5 titoli (Roma, Roland Garros, Montreal, US Open) – 1 finale persa (Australia Open)
  • 71 vittorie e 49 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals.
  • Cronologia alle ATP Finals: 8 partecipazioni, 2 finali. 16 vittorie – 13 sconfitte

L'info vitale: Nadal arriva a queste ATP Finals con una striscia di 15 vittorie di fila (senza contare il ritiro prima della semifinale di Parigi-Bercy).

Per saperne di più

Daniil Medvedev

A nostro giudizio il russo Daniil Medvedev è quello che ha mostrato i progressi più importanti in questa stagione. Il 23enne giocatore russo aveva iniziato la stagione da numero 16 del mondo e oggi è al quarto posto. Ha infilato una serie di risultati importanti soprattutto in estate raggiungendo per la prima volta la Top 10 ATP il 15 luglio quindi ha conquistato in serie le finali di Washington, Montreal, Cincinnati, US Open, San Pietroburgo e Shanghai vincendone tre (Cincinnati, San Pietroburgo e Shanghai). Forse un po' stanco sul finire del tour, ha sorpresa ha accusato un ko al debutto a Parigi-Bercy ma non per questo risulterà essere meno pericoloso.

Maggiori info

Medvedev nel 2019:

  • 59 vittorie – 18 sconfitte
  • 4 titoli (Sofia, Cincinnati, San Pietroburgo, Shanghai) – 5 finali perse (Brisbane, Barcellona, Washington, Montreal, US Open)
  • 10 vittorie e 14 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals
  • Cronologia alle ATP Finals: prima partecipazione.

L'info vitale: Medvedev ha disputato una seconda parte di stagione incredibile confermando la buona verve di giocatore da veloce con 29 vittorie e 4 sconfitte da Wimbledon in poi.

Per saperne di più

Stefanos Tsitsipas

Il futuro si presenta radioso per quello che è a tutti gli effetti già il più grande greco della storia del tennis e che mette sul piatto della bilancia già un presente altrettanto florido. Anche lui come il collega Medvedev è un "rookie" alle finali, un debuttante. Notevole il passo avanti compiuto anche dal giocatore ellenico in questa stagione inizia al 15° posto e in inverno, per la precisione dopo il torneo di Dubai, entra pure lui per la prima volta tra i migliori 10 giocatori del mondo. Tra i cosiddetti "nuovi arrivati" è l'unico ad aver già battuto in carriera Nadal, Djokovic e Federer. In stagione ha vinto 2 tornei e in altre 3 occasioni è giunto fino alla finale.

Maggiori info

Tsitsipas nel 2019:

  • 50 vittorie – 24 sconfitte
  • 2 titoli (Marsiglia, Estoril) – 3 finali perse (Dubai, Madrid, Pechino)
  • 10 vittorie e 18 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals.
  • Cronologia alle ATP Finals : Prima partecipazione

L'info vitale: Un altro predestinato ad avere una fulgida carriera, nel 2019 ha confermato quanto di buono aveva già fatto vedere nel 2018. Quello di quest'anno è un vero e proprio esame tra i grandi dopo che un anno fa a Milano si aggiudicò il Master dei “piccoli”, le Next Gen ATP Finals.

Per saperne di più

Alexander Zverev

Come ultimo qualificato di questo girone c'è il tedesco Alexander Zverev che il biglietto per Londra l'ha staccato solamente nell'ultima settimana a Parigi Bercy e che questo torneo lo vinse lo scorso anno alla sua seconda partecipazione. Nonostante la sua giovane età, ha solo 22 anni, sarà alla terza partecipazione alle ATP Finals ma l'ultimo è stato sicuramente il più difficile dei tre anni trascorsi da Top 10. Lo conferma anche l'unico titolo vinto, quello conquistato sulla terra rossa di Ginevra. Un anno travagliato in cui Zverev ha terminato la collaborazione con il tecnico Ivan Lendl e dal quale ripartire per cercare di essere nuovamente tra i migliori cinque nel 2020.

Maggiori dettagli

Zverev nel 2019:

  • 42 vittorie – 23 sconfitte
  • 1 titolo (Ginevra) – 2 finali perse (Acapulco, Shanghai)
  • 15 vittorie e 21 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals
  • Cronologia alle ATP Finals: 2 partecipazioni, 1 titolo vinto. 5 vittorie – 3 sconfite.

L'info vitale: La capacità di lottare è quella che lo ha contraddistinto anche nelle ultime due stagioni. L'ultima, in particolare, è stata la più complicata con molti alti e bassi. A Londra si presenta da detentore e chissà che questo non accresca la sua voglia di portare ancora a casa il titolo.

Per sapere di più

Gruppo Borg: Djokovic e quella chance di tornare n° 1

Novak Djokovic

Dopo un anno da numero uno del tennis mondiale, lo scorso 4 novembre Djokovic ha perso per la terza volta in carriera la corona a favore di Rafael Nadal ma in un complicato evolversi delle situazioni che impone di calcolare ogni singola vittoria nel torneo, è anche possibile che il serbo possa ritornare subito al vertice. Djokovic sarà dunque in campo non solo per aggiudicarsi il titolo ma anche nel tentativo di chiudere l'annata sul tetto del mondo. Un particlare che mette un pizzico di pepe in più ad un torneo già di per sè affascinante. Già vincitore delle Finals in cinque occasioni, nel 2018 si fece sorprendere in finale contro ogni pronostico da Alexander Zverev.

Continuare

Djokovic nel 2019:

  • 53 vittorie – 9 sconfitte
  • 5 titoli (Australian Open, Madrid, Wimbledon, Tokyo, Parigi-Bercy) – 1 finale (Roma)
  • 68 vittorie e 57 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals
  • Cronologia alle ATP Finals: 11 partecipazioni, 5 titoli. 35 vittorie – 12 sconfitte

L'info vitale: Nei tornei che contano lui c'è sempre. Ha mostrato buona continuità di risultati in stagione e l'ultimo successo ottenuto a Parigi-Bercy ne rinnova i favori del pronostico in vista delle Finals di Londra che ha già vinto in 5 occasioni.

Più info

Roger Federer

Non si capisce se nella prossima stagione dirà realmente basta dopo Wimbledon o addirittura dopo le Olimpiadi, ma sta di fatto che questa potrebbe essere l'ultima volta del grande “re” alle ATP Finals. Arriva a questo appuntamento dopo una stagione in cui il rammarico più grosso sono stati i due match-point non sfruttati nella finale di Wimbledon. Se qualcuno se ne fosse dimenticato, il maestro svizzero ha sulle spalle 38 primavere ma la classe va a ovviare quello che è il logorio di un'attività così stressante. Più vincente di tutti i partecipanti a queste Finals con 6 titoli, Federer è alla 16 partecipazione.

Per saperne di più

Federer nel 2019:

  • 51 vittorie – 8 sconfitte
  • 4 titoli (Dubai, Miami, Halle, Basilea) – 2 finali (Indian Wells, Wimbledon)
  • 49 vittorie e 59 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals.
  • Cronologia alle ATP Finals: 15 partecipazioni, 6 titoli. 55 vittorie – 13 sconfitte.

L'info vitale: Se Federer scende in campo lo fa sempre con la determinazione per vincere. Ha rinunciato a Parigi-Bercy per affinare la condizione in vista delle Finals, mtivo in più per credere che lo svizzero può ancora dire la sua.

Maggiori informazioni

Dominic Thiem

Tra i grandi del tennis mondiale merita di diritto un posto Dominic Thiem. Giocatore sempre più completo, che in stagione ha vinto il primo Masters 1000 della carriera, e lo ha fatto sul veloce di Indian Wells a conferma di una crescita anche sulle superfici più rapide, non è ancora riuscito nell'impresa di vincere un “major”. Come Tsitsipas, è l'unico tra i pretendenti alle Finals 2019 ad aver battuto in carriera i tre grandi. Quest'anno ha gestito meglio la stagione rispetto agli anni passati quando dopo un inizio di annata con il turbo calava inevitabilmente a livello fisico e per motivazioni.

Continuare

Thiem nel 2019:

  • 46 vittorie – 17 sconfitte
  • 5 titoli (Indian Wells, Barcellona, Kitzbuhel, Pechino, Vienna) – 1 finale persa (Roland Garros)
  • 24 vittorie e 23 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals
  • Cronologia alle ATP Finals: 3 partecipazioni. 3 vittorie – 6 sconfitte

L'info vitale: Nei tre precedenti alle ATP Finals non è mai riuscito a superare lo sbarramento del round robin (il girone), quest'anno è cresciuto notevolmente sul veloce e ha saputo gestirsi meglio nell'arco dell'annata.

Più dettagli

Matteo Berrettini

Era dal 1978 che l'Italia non aveva un giocatore alle Finals. È diventato il terzo tennista italiano della storia, nonché il più giovane, a qualificarsi per il master di fine anno, dopo Adriano Panatta nel 1975 e Corrado Barazzutti nel 1978. Inoltre, il 4 novembre ha raggiunto l'ottava posizione del ranking mondiale, terza migliore classifica per un tennista italiano dal 1973, anno dell'introduzione del sistema di calcolo computerizzato. Ha disputato una stagione eccezionale ed è stato l'ultimo a qualificarsi per le Finals di Londra non grazie a un suo risultato ma, paradossalmente, dopo una sconfitta di un avversario: a regalargli la gioia della presenza all'ultimo atto della stagione è stato il ko del francese Gael Monfils ai quarti di finale del Masters 1000 di Parigi-Bercy contro il canadese Denis Shapovalov. Ciò non toglie che la stagione di Berrettini è stata strepitosa anche se per l'italiano sarà veramente dura riuscire anche solo nell'impresa di staccare il biglietto per le semifinali di questa competizione.

Per saperne di più

Berrettini nel 2019:

  • 42 vittorie – 21 sconfitte
  • 2 titoli (Budapest, Stoccarda) – 1 finale persa (Monaco di Baviera)
  • 2 vittorie e 8 sconfitte complessive contro gli altri 7 qualificati alle ATP Finals.
  • Cronologia alle ATP Finals: prima partecipazione.

L'info vitale: Servizio e dritto, le sue armi migliori, possono fare male sul veloce. Il girone è difficile ma Berrettini non ha nulla da perdere e questo chissà che non gli faccia trarre giovamento.

Maggiori informazioni

Chi alzerà al cielo il trofeo?

Le migliori quote sul Masters ATP di Londra


 


disclaimer italy
disclaimer

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Il gioco può causare dipendenza.

logo-aams