Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Il gioco può causare dipendenza.

logo-aams

Pronostici Masters Londra - I nostri pronostici scommesse Masters Londra

Scopri la nostra analisi completa sul Master di tennis di Londra 2017 così come i migliori pronostici quotidiani.


Masters 2017: chi finirà in cima alla classifica?

La stagione tennistica si chiude storicamente con il Masters che riunisce i migliori otto giocatori della stagione. Organizzato dal 12 al 19 novembre nella mitica O2 Arena di Londra su un indoor veloce, questo torneo promette ancora alcuni scontri epici. Djokovic, Murray, Wawrinka e Nishikori saranno ancora infortunati, ma l’edizione 2017 aprirà i battenti a Jack Sock, Sascha Zverev, David Goffin e Grigor Dimitrov, tutti al debutto in questa gara.

Fresco vincitore del Rolex Masters Paris Bercy, l’americano avrà l’occasione di confermare il suo nuovo status di top10 (ATP 8) nella capitale inglese. Il belga, invece, potrà sfruttare il torneo per preparare al meglio la finale di Coppa Davis contro i francesi. Vincitore di due Masters 1000 durante l’anno (Roma e Montréal), Zverev concorrerà come il vero outsider della competizione, dietro ai due campioni Nadal e Federer. Il maiorchino è sicuro del primato nella classifica mondiale del ranking e sogna di poter conquistare per la prima volta il torneo dei maestri di questo sport. Un obiettivo che sembra quasi routinario per Federer, invece, che è secondo nel ranking. Lo svizzero andrà alla ricerca del settimo successo in questo torneo. Ecco un focus sui due gruppi, i dettagli delle quote migliori e la presentazione degli attori del Masters!

Le migliori quote del Masters Londra

Chi alzerà al cielo il trofeo?

Groupe Pete Sampras: Nadal sotto i riflettori!

Rafael Nadal

Dopo il forfait al quarto di finale a Parigi a causa di un ginocchio dolorante, il numero 1 mondiale affronta questo Masters 1000 con una condizione fisica assolutamente incerta. Mai vittorioso sul cemento indoor di un torneo che ha spesso consacrato Federer o Djokovic, lo spagnolo avrà l’occasione di mettersi alla prova in un gruppo che è ampiamente alla portata. Ormai sicuro di finire l’anno al primo posto del ranking ATP, “El Toro” ha solamente un obiettivo: completare il suo già enorme Palmarés con uno dei pochi trofei che mancano dalla sua bacheca.

Nadal nel 2017:

  • 67 vittorie – 10 sconfitte
  • 6 titoli (Monte-Carlo, Barcellona, Madrid, Roland Garros, US Open, Pechino) – 4 finali (Australia Open, Acapulco, Miami, Shanghai)
  • 12 vittorie per 5 sconfitte (70%) contro a dei top10

Cronologia al Masters : 7 partecipazioni, 2 finali. 16 vittorie – 12 sconfitte (57%v)

L'info vitale: Nadal ha perso i suoi ultimi cinque incontri disputati contro Federer, di cui quattro solamente nella stagione 2017 !

Nadal vincitore del Masters è proposto a 4.50 su Eurobet

Grigor Dimitrov

Grisha ha meritato alla grande la sua prima partecipazione al Masters di Londra. Vincitore del suo primo MS1000 a Cincinnati, lui che aveva iniziato l’anno con 10 vittorie consecutive (prima di capitare sulla strada di Nadal alla semifinale dell’Australian Open), si è rivelato relativamente costante durante tutta la stagione. In forma al Masters di Parigi, si presenta all’appuntamento inglese senza troppe pressioni, con una voglia matta di confermare i suoi progressi. A 26 anni, il Bulgaro conferma finalmente tutte le sue speranze riposte in lui fino ad ora. Talento puro, ci farà divertire sicuramente sull’indoor della O2 Arena.

Dimitrov nel 2017:

  • 44 vittorie – 19 sconfitte
  • 4 titoli (Brisbane, Sofia, Cincinnati) – 1 finale (Stoccolma)
  • 3 vittoria per 5 sconfitte (37%) contro a dei top10

Cronologia al Masters : prima partecipazione

L'info vitale: Grisha ha conquistato il Masters Cincinnati ma non è riuscito a mantenere lo stesso livello di gioco durante l’Australian Open (battuto in cinque sets da Nadal in semifinale). Affronta il suo primo Masters con alle spalle cinque sconfitte consecutive con dei top10.

Dominic Thiem

Dominic Thiem ha approfittato della stagione 2017 per confermare il suo dominio sulla terra battuta. Campione a Rio, finalista a Barcellona e a Madrid, l’austriaco di 24 anni si è soprattutto distinto per aver conquistato per il secondo anno consecutivo le semifinali del Roland Garros. Solamente Nadal sembra ancora essere superiore a “The dominator” sull’ocra dello slam parigino. I suoi risultati sulle altre superfici sono, purtroppo per lui, ancora troppo irregolari. Vincitore di una partita con due sconfitte per contro alla sua prima partecipazione al Masters della scorsa edizione, Thiem vorrebbe saggiare le ultime battute di questa edizione…

Thiem nel 2017:

  • 46 vittorie – 25 sconfitte (65%v)
  • 1 titolo (Rio) – 2 finali (Barcellona, Madrid)
  • 4 vittorie per altrettante sconfitte (50%) contro a dei top10

Cronologia al Masters :seconda partecipazione (2016). 1 vittoria – 2 sconfitte.

L'info vitale: Thiem si presenta all’appuntamento con questo Masters in una condizione fisica pessima. Dopo l’ottavo di finale epico (1-6 2-6 6-1 7-6 6-4) perduto contro Del Potro agli US Open, l'austriaco ha ottenuto solo 3 vittorie e ben 5 sconfitte sul circuito ATP. Strigliato da Verdasco (6-4 6-4) al secondo turno del Rolex Masters, l’attuale n° 4 mondiale non sarà chiaramente tra i favoriti del prossimo torneo.

David Goffin

David Goffin prosegue ciò che di buono ha seminato lungo il suo cammino quest’anno. Ogni anno sempre un po’ più solido, il belga sta seguendo la scia di David Ferrer nel registro dei giocatori non sempre straordinari, ma alle volte incredibili per quello che riguarda i colpi da dietro la linea di fondo (da entrambi i lati!). Principale artefice della finale conquistata dai belgi in Coppa Davis, questo piccolo diavolo conta sul suo primo torneo dei magnifici otto per aggiungere altra esperienza vitale alla sua carriera. E, allora, perché non credere nel suo exploit?

Goffin nel 2017:

  • 54 vittorie – 22 sconfitte (71%v)
  • 2 titoli (Shenzhen, Tokyo) – 2 finali (Sofia, Rotterdam)
  • 4 vittorie e altrettante sconfitte (50%) contro a dei top10

Cronologia al Masters :prima partecipazione

L'info vitale: Goffin è apparso un po’ sottotono al Rolex Masters (battuto in maniera netta al secondo turno da Benneteau) e avrà siciuramente bisogno di tirare il fiato se vorrà difendere i colori del Belgio contro la Francia in Coppa Davis. Prevediamo che a questo Masters verrà fatto fuori presto.

Gruppo Boris Becker : tappeto rosso per Roger

Composizione

Roger Federer

Il Re ha scelto con grande attenzione i suoi tornei per questa stagione, per arrivare a ciascuno di essi in piena forma, con la totale consapevolezza dei suoi mezzi. Due settimane dopo aver offerto un nuovo spettacolo ai suoi fan dalle parti di Basilea, l’uomo dai 19 titoli nel Grande Slam, assente a Parigi (riposo), affronta questo torneo interpretando il ruolo di grandissimo favorito. Imbattibile in indoor quando è in forma, RF si è già impossessato dello scettro supremo addirittura in sei occasioni (2003, 2004, 2006, 2007, 2010, 2011). È normale che Roger sogni di coronare una stagione magnifica con l’ennesima vittoria in questo torneo prestigioso!

Federer nel 2017:

  • 49 vittorie – 4 sconfitte (92%v)
  • 7 titolli (Australian Open, Indian Wells, Miami, Halle, Wimbledon, Shanghai, Basilea) – 1 finale (Montréal)
  • 12 vittoria – 1 sconfitta (92%v) contro dei top10

Cronologia al Masters:14 partecipazioni, 6 titoli. 62 vittorie – 12 sconfitte (84%v).

L'info vitale: Federer è crollato solamente una volta in quattordici partecipazioni alle fasi finali dei tornei di questa stagione. Vincitore del torneo per ben sei volte, è stato battuto tre volte nelle ultime quattro finali, sempre contro Djokovic. Vista l’assenza del serbo, non vediamo davvero chi possa fermarlo quest’anno sul terreno inglese.

Lasciati tentare dalla quota a 1.66 proposta da Bet365 per un trionfo di King Roger a Londra!

Sascha Zverev

Il prodigio tedesco sta bruciando le tappe a una velocità incredibile. Ormai fisicamente completo, il fratellino di Mischa, 20 anni, fa già parte dei grandi. Vincitore dei suoi due primi Masters 1000 (Roma, Montréal) in questa stagione, non è ancora riuscito a sbocciare al Grande Slam (nessun quarto di finale fino ad ora). Forse un po’ smorzato da una stagione pazza, Sascha dovrà battagliare per raggiungere almeno le semifinali in questa prima partecipazione al torneo più importante dell’anno. Se raggiungesse piena consapevolezza dei suoi mezzi, il nuovo n°3 del mondo potrebbe essere capace di tutto.

Zverev nel 2017:

  • 54 vittorie – 20 sconfitte (73%v)
  • 5 titoli (Montpellier, Monaco, Roma, Washington, Montréal) – 1 finale (Halle)
  • 6 vittorie – 5 sconfitte (55%v) contro a dei top10

Cronologia al Masters : prima partecipazione.

L'info vitale: Zverev è il solo a possedere le capacità per far cadere Federer in questo finale di stagione. Anche se non ha ancora realizzato grandi imprese al Grande Slam, il tedesco ha mostrato che è in grado di brillare in un format al meglio dei tre set, avendo vinto due MS1000 in questa stagione (Roma e Montréal). A solamente 20 anni, affronta questo torneo con grandi ambizioni. La fine della sua stagione in chiaroscuro, però, lascia ancora qualche dubbio sulle sue reali capacità di arrivare fino in fondo.

Marin Cilic

Marin Cilic ha approfittato di diversi infortuni occorsi a molti top players (Djokovic, Murray, Stan, Nishikori, Raonic...) per disputare una bella stagione, segnata da una finale a Wimbledon persa contro Federer. Al suo posto nella top10, il croato si appresta a vivere il suo terzo Masters. Sempre temibile quando si gioca in indoor, ha molte chances di arrivare fino in fondo al torneo.

Cilic nel 2017:

  • 44 vittorie – 19 sconfitte (70%v)
  • 1 titolo (Istanbul) – 2 finali (Queen's, Wimbledon)
  • 2 vittorie – 4 sconfitte (25%v) contro a dei top10

Cronologia al Masters : 2 partecipazioni, per altrettante eliminazioni al primo turno. 1 vittoria – 5 sconfitte (17%v).

L'info vitale: Se escludiamo Federer e Nadal, Marin cilic è il solo partecipante del MAsters 2017 ad aver sollevato al cielo un titolo del Grande Slam (US open 2014). Fermato da alcuni mostri sacri alle sue due prime partecipazioni al torno (2014, 2016), il croato resta capace di sgambettare chiunque sulla superficie indoor, se è in giornata. Se riuscisse ad avere la meglio nel gruppo Becker, il suo avversario in semifinale non avrà da divertirsi.

Jack Sock

Ecco l’invitato a sorpresa di questo torneo. Dopo aver vinto pochi giorni fa il Rolex Masters di Parigi, l’americano ha immagazzinato punti sufficienti per spuntarla sugli altri pretendenti. Il suo gioco tutto potenza può fare grossi danni a Londra. Resta solo da sapere se ha recuperato forze sufficienti dopo le fatiche parigine…

Sock en 2017:

  • 36 vittorie – 19 sconfitte (65%v)
  • 3 titoli (Auckland, Delray Beach, Rolex Masters – nessuna finale
  • 3 vittorie – 5 sconfitte (37%v) contro a dei top10

Cronologia al Masters : prima partecipazione.

L'info vitale: Jack Sock ha attinto enormemente dal suo pozzo di risorse per conquistare il Paris Rolex Masters, il suo primo 1000 ! Spremuto, l'americano soffrirà molto probabilmente sul piano fisico a Londra. Se sarà capace di sorprendere anche un solo giocatore nel gruppo Becker grazie alla rapidità dei suoi colpi, allora le possibilità di andare avanti nel torneo potrebbero aumentare.